Crea sito

“FoodinGhiaia – PUGLIA”, Parma 13 e 14 ottobre 2018, bellezze e segreti del nostro territorio.

Piazza Italia
Tra storia, mito, leggenda e ricette tramandate di famiglia in famiglia, FoodinGhiaia si vuole legare in modo indissolubile al territorio italiano. Il 13 e 14 ottobre intendiamo dare il via ad un’importante appuntamento annuale con “PIAZZA ITALIA”. Ogni anno la kermesse parmigiana sarà un’occasione unica per incontrare le
preziosità italiane e conoscere regioni diverse scoprendone segreti e bellezze. Un importante appuntamento per Piazza Ghiaia che ospiterà ogni volta una regione diversa. Qualità, cultura, conoscenza socio culturale e gastronomica; un intreccio di valori condivisi e reciproci tra il solido colonnato della Piazza.

La prima regione ad essere ospitata sarà la Puglia.
L’Italia ha moltissimi primati nel mondo grazie alle molteplici eccellenze vantate nei vari campi. Culla della civiltà, questa terra ha visto fiorire e svilupparsi artigianato, gastronomia, arte, architettura, teatro, moda, turismo etc., sempre ai massimi livelli in ogni settore.
Non c’è ricchezza maggiore che conoscere questo immenso patrimonio poiché, pur essendo alla portata di molti, resta sorprendentemente poco conosciuto ai più.
Il progetto “PIAZZA ITALIA”, e il naming stesso ne evidenzia il contenuto, nasce dal desiderio di dare l’opportunità a tutti i partecipanti di scoprire ogni volta una regione diversa in un viaggio attraverso lo “stivale” tra cultura e sapori.
All’interno della manifestazione il pubblico entrerà in contatto con la regione ospitata e con tutte le sue molteplici ricchezze. Verranno proposti laboratori artigianali e didattci, degustazioni e percorsi
enogastronomici, audiovisivi ed informazioni artistiche, turistiche ed ambientali, rappresentazioni di spettacoli ed intrattenimenti legati alle tradizioni locali e musicali.
Inevitabile l’incontro con i ricercatissimi vini pugliesi, vini importanti che hanno portato questa regione nel mondo. Dal Primitivo di Manduria all’Aleatico, dal Nero di Troia al Negroamaro, per arrivare all’Aglianico degustati con le frise (friseddhe a Lecce) pugliesi, le orecchiette alle cime di rapa o con le cozze alla tarantina…
Formaggi, salumi, oli arricchiranno i piatti preparati al momento da chef locali, i quali sveleranno i segreti delle loro preparazioni con dimostrazioni al pubblico.

Ultime candidature artisti a: [email protected]

A fianco delle specialità enogastronomiche troveremo l’artigianato d’eccellenza (terrecotte e ceramiche, tessitura al telaio, lavorazione della cartapesta, intreccio del vimine e del giunco, intarsio ed intaglio del legno etc.) che impreziosirà con esposizioni e laboratori la location dell’evento. A far da cornice alla kermesse sarà
il suo folklore, la musica con i suoi balli: la “pizzica pizzica” detta impropriamente taranta “raccontate” da tradizionali ed autentici esecutori.
Dal punto di vista della comunicazione, qualificarsi come evento eno-gastronomico garantirà un’attenzione particolare dei media sensibili a tale argomento, aumentando la caratterizzazione e l’identità della manifestazione.

N.D.R.: Possono partecipare artisti ospiti che lo vorranno, e a quanto pare, si prevedono ronde spontanee, portate gli strumenti.

Uff. stampa: [email protected]